10 set 2013

Il disastro del Don

Ogni volta che guardo un documentario sulla Guerra in Russia, ammetto lo cerco da tutte le parti, so che lui, il mio nonno Terzo, era lì in quell'inferno.
Questo l'ho visto ieri sera, davvero completo e appassionante, quando la RAI faceva davvero un servizio pubblico e, soprattutto era cultura e educazione.
In più questo docu-film è arricchito dalla presenza di Nuto Revelli, davvero un grande.
Ve lo consiglio...





3 commenti:

  1. Mia nonna e mia madre erano dell'Ukraina, adoro la letteratura Russa, infatti ho letto (non so il titolo in Italianao) Quietly flows the Don, ho visto anche il film. Anche i Girasoli è struggente.

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesca, immagino che mio nonno sia passato anche di lì, quando mi raccontava della guerra non ha mai considerato il popolo russo un nemico, anzi...se non fosse stato per una mamma russa che si era accorta dal modo in cui camminava che aveva un principio di congelamento non sarebbe mai tornato a casa, come tanti, troppi altri italiani...
    Mi sento molto riconoscente evrso il popolo della tua nonna e della tua mamma, mi ha dato la possibilità di...esistere!
    Non conosco questi libri, purtroppo, chi sono gli autori?!
    Ti consiglio tanto i libri di Nuto Revelli e Mario Rigoni Stern, sono tutti bellissimi e veri, e poi anche "L'armata tradita" di Gerlach, la guerra in Russia vista da un tedesco è agghiacciante ma davvero merita di essere letto..

    grazie di essere passata..

    RispondiElimina

commentate ma soprattutto leggete e diffondete quando lo ritenete giusto e conforme al vostro pensiero..